Blog
Ricerca

''Amaro Ulrich'' rinasce grazie alla Distilleria Marolo.

Un liquore storico del passato, una delle eccellenze piemontesi dimenticate, da una ricetta segreta, il celebre «Amaro Ulrich» è tornato in commercio grazie all’accordo stipulato tra la Distilleria Marolo di Alba e la Paladin Pharma, azienda torinese leader nel settore parafarmaceutico. Un amaro di altissima qualità, ottenuto secondo procedimenti artigianali tradizionali, con erbe ed essenze selezionate dalle valli piemontesi. Fondata nel 1854 dal botanico Domenico Ulrich, l’omonima azienda fu tra le prime realtà italiane a specializzarsi nella lavorazione delle piante aromatiche su scala industriale. Tra il 19° e il 20° secolo, la «D.co Ulrich» (abbreviazione di Domenico) divenne una delle principali aziende nel campo dell’erboristica officinale e della fitoterapia: i suoi estratti, infusi, amari e sciroppi a base di erbe erano apprezzati in tutta Italia. Ulrich era celebre anche per la produzione di Vermouth, distillati e chinati. Nel 2007, il marchio del dottor Ulrich è stato rilevato dalla Paladin Pharma, che lo ha rilanciato con una linea di prodotti fitofarmaceutici di alta gamma. La Distilleria Marolo è invece una delle principali distillerie artigianali del Piemonte, una realtà che dal 1977 si distingue per l’elevata qualità delle sue grappe e la produzione di altissimo livello. L’Amaro Ulrich viene prodotto ad Alba dalla Distilleria Marolo

.amaro_ulrich_marolo
Scritto il  25 ott 2016 11:53  -  Link permanente
0 Commenti  

12 Curiosità sul mondo del vino (in ordine sparso) ovvero "Forse non tutti sanno che..."

  1. Il vigneto più alto d'Europa si trova a Cortina ai piedi del massiccio Pomagagnon, ma attualmente il vino non è ancora sul mercato, per il debutto ci vorrà ancora qualche anno.
  2. Le prime quattro D.O.C. italiane furono riconosciute da un Decreto del presidente della Repubblica del 3 marzo 1966 e sono: Vernaccia di San Gimignano, Est! Est! Est! di Montefiascone, Ischia e Frascati.
  3. Al mondo sono note almeno 10.000 diverse varietà di viti, coltivate su 8 milioni di ettari, la maggior parte dei quali producono uva da vino mentre una minoranza uva da tavola.
  4. Pare che Dom Perignon si crucciasse molto del fatto che i suoi vini non rimanessero fermi e sviluppassero invece anidride carbonica e faceva di tutto per evitare che ciò accadesse ma senza riuscirci.
  5. Le dieci varietà di uva da vino più piantate al mondo sono: 1) Cabernet Sauvignon 2) Merlot 3) Airen 4) Tempranillo 5) Chardonnay 6) Syrah 7) Garnacha Tinta 8) Sauvignon Blanc 9) Trebbiano Toscano 10) Pinot Noir
  6. I tre vini più cari al mondo sono: 1) Romanée Conti con il suo Conti Grand Cru che ha un prezzo medio, delle ultime annate, di 13.007 Dollari. 2) Egon Muller-Scharzhof Scharzhofberger Riesling Trockenbeerenauslese della regione della Mosella (in Germania) al prezzo medio di 8.108 Dollari. 3) Domaine Laflaive Montrachet Grand Cru, Cote de Beaune in Francia al prezzo medio di 5626 $
  7. Il terreno viticolo più caro in Italia è in Valpolicella (terra dell'Amarone) che mediamente costa 550mila Euro per ettaro, seguono Montalcino a 450mila Euro e Valdobbiadene (terra del Prosecco) a circa 350mila Euro per ettaro.
  8. Il Vigneto urbano più grande del mondo si trova a Brescia: 4 ettari a ridosso del centro storico piantati a Invernenga o 'mbrunesca (vitigno a bacca bianca ormai introvabile) ed altre uve locali tipo Marzemino, Groppello, Uccellina, Schiava, Corva.
  9. La vite (intesa come unica pianta) più grande e quasi certamente la più antica al mondo cresce a Castel Katzenzungen, a Prissiano (frazione di Tesimo) in Alto Adige, ha più di 350 anni e si estende su 300mq di superficie. Si chiama Versoain e produce un elegante vino bianco, ovviamente in pochissime bottiglie.
  10. Il vitigno più antico del Mediterraneo occidentale è stato scoperto in Sardegna, semi di vernaccia e malvasia risalenti a circa tremila anni fa sono stati ritrovati nel pozzo che faceva da 'frigorifero' a un nuraghe nelle vicinanze di Cabras (OR). La prova del carbonio 14 conferma la datazione.
  11. La bottiglia di vino più antica al mondo risalirebbe al 350 dopo cristo e con i suoi oltre 1650 anni di vita è sicuramente il vino più invecchiato del pianeta. E’ esposta all' Historisches Museum der Pfalz in Germania, è stata ritrovata nel 1867 e si tratterebbe di un vino prodotto localmente, risalente al tempo dei romani, rimasto sepolto sottoterra per oltre 500mila giorni.
  12. Il Moscato di Scanzo ha ottenuto la Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG) nel 2009 diventando così la più piccola DOCG d’Italia, conta oggi una produzione di circa 60.000 bottiglie, la coltivazione della vigna è consentita esclusivamente nella zona di Scanzorosciate (BG) con il vitigno autoctono del Moscato.
curiosita-vino
Scritto il  16 set 2016 18:04  -  Link permanente
0 Commenti  

Il Cocktail Bellini, quello di Cipriani (quello vero) in bottiglia.

Viticoltori Ponte e Cipriani insieme per la produzione e la commercializzazione di Bellini, l’originale cocktail inventato da Giuseppe Cipriani a Venezia. Ci sono voluti diversi mesi di studi e di assaggi, seguiti personalmente da Arrigo Cipriani, per trovare la formula più equilibrata del prestigioso cocktail a base di succo di pesca bianca e per ideare un packaging di grande impatto che richiamasse inequivocabilmente il mondo Cipriani. Il Bellini è un cocktail inventato da Giuseppe Cipriani, padre di Arrigo, titolare del mitico Harry’s Bar di Venezia nel 1948, che lo chiamò così in omaggio al pittore Bellini e al colore che in una sua tela egli aveva scelto per la veste di un santo. Il drink ebbe presto un successo dirompente che da Venezia si propagò in tutto il mondo, anche grazie a personaggi come Ernest Hemingway e Orson Welles che all’Harry’s Bar erano di casa. L’alleanza produttiva e commerciale fra un’azienda del calibro di Viticoltori Ponte e un marchio di culto come Cipriani è frutto di un’attenta ricerca da parte di Arrigo Cipriani in persona per trovare un interlocutore che fosse espressione della medesima visione, di una comune identità di valori e soprattutto potesse garantire una capacità produttiva di altissimo livello e di assoluta costanza qualitativa, come risulta dalle sue parole: "Siamo molto felici di aver concluso questo accordo con Viticoltori Ponte perché dopo tante ricerche siamo certi di aver finalmente trovato l’alleato più affidabile per la produzione di un cocktail che è sicuramente tra i più diffusi al mondo, ma che per noi Cipriani rappresenta soprattutto un prodotto del cuore, dal forte valore affettivo, per il quale era fondamentale  trovare un partner, come si è dimostrato Viticoltori Ponte, che come noi considerasse prioritaria la salvaguardia della qualità e il rispetto della formula originale.”

bellini_ciprianiLo trovate nel nostro negozio online www.enotecavinovivo.com

Scritto il  27 giu 2016 18:13  -  Link permanente
0 Commenti  
 
 

   



Enoteca Vinovivo - online dal 2006 specializzata nella vendita di vino,
champagne e distillati.

Vinovivo di Maletta F. & C. Snc
Sede legale ed operativa: Via Marconi, 93 24020 - Ranica, Bergamo (IT) 
CF/P.IVA 03314890165, Cam.Com BG REA 367615.

Enoteca Vinovivo è un sito sicuro e i pagamenti sono protetti.